12 settembre 2020

Santissimo nome di Maria


«Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna» (Gal 4,4). Nato da donna: così è venuto Gesù. Non è apparso nel mondo adulto ma, come ci ha detto il Vangelo, è stato «concepito nel grembo» (Lc 2,21): lì ha fatto sua la nostra umanità, giorno dopo giorno, mese dopo mese. Nel grembo di una donna Dio e l’umanità si sono uniti per non lasciarsi mai più: anche ora, in cielo, Gesù vive nella carne che ha preso nel grembo della madre. In Dio c’è la nostra carne umana!..

O Madre, genera in noi la speranza, porta a noi l’unità. Donna della salvezza, ti affidiamo quest’anno, custodiscilo nel tuo cuore. (papa Francesco, omelia 1 gennaio 2020)

Il Santo Padre all’inizio dell’anno ci ha affidato a Maria e noi continuiamo a sperare che lei ci custodisca e protegga dal COVID-19 e che questo tempo di pandemia possa generare un’umanità  più unita e solidale!